Le castagne, i fagioli, le patate, il miele e l'artigianato di Terelle hanno conquistato Villa Borghese a Roma in occasione della Festa dei piccoli Comuni, la manifestazione voluta da Legambiente e Regione.
Tra i paesi della provincia di Frosinone e del Cassinate presenti alla grande festa (Pescosolido, San Giorgio a Liri, la XIX Comunità montana) un ruolo di primo piano è stato assunto da Terelle, il borgo quasi millenario alle pendici di Monte Cairo. Arroccato su un roccione della parete di monte Cairo, a un'altitudine di circa 1000 metri, è circondato da boschi di faggi, querce e carpini con sullo sfondo un castagneto dai tronchi secolari da dove vengono fuori castagne uniche.

A rappresentare il Comune, il vice sindaco Fiorella Gazzellone con imprese e prodotti del territorio come le castagne, i fagioli e le patate dell'azienda dei fratelli Grossi, il miele di castagne e le confetture dell'azienda di apicoltura di Maria Di Fazio, ma anche opere di artigianato, come i manufatti in legno di Fortunato Del Duca e l'ormai storico volume "Terelle" del compianto ex sindaco Pietro Grossi.

Tra canti, balli, prodotti tipici e proposte di sostenibilità il cuore di Roma ha aperto le porte alla piccola grande Italia dei Comuni, dei paesi che hanno avuto la capacità di resistere a devastazioni e alla modernità, capaci di sopravvivere e reagire anche (e non solo) all'inattesa e attuale emergenza sanitaria, assumendo un ruolo di primissimo piano con la loro vivibilità e rete di solidarietà, come ha sottolineato il presidente di Legambiente Lazio, Roberto Sacchi.