Lunedì pomeriggio a Fiuggi i carabinieri della locale Stazione, in seguito a una denuncia presentata lo scorso 8 settembre dal titolare di un albergo del centro, hanno deferito in stato di libertà un 34enne campano, domiciliato nella città termale. L'uomo, già censito per reati legati agli stupefacenti e per violenza sessuale, dovrà rispondere di furto aggravato.

I militari, infatti, durante un servizio di controllo del territorio, avevano ricevuto dal 112 la segnalazione di una persona sospetta che si aggirava presso obiettivi sensibili. Dopo avere identificato l'uomo, che da un immediato riscontro mostrava le caratteristiche somatiche dell'autore del citato furto, lo hanno accompagnato in caserma per ulteriori accertamenti.

Il 34enne, vistosi scoperto, ha ammesso le proprie responsabilità. Le sue dichiarazioni hanno trovato riscontro nell'esito della successiva perquisizione domiciliare, che ha permesso dir itrovare gli indumenti utilizzati dal campano nel corso del furto dell'8 settembre, quando si era intrufolato nella hall dell'albergo e aveva rubato 1.600 euro in contanti, dopo avere forzato un cassetto.

Un'azione di cui i militari avevano acquisito le immagini riprese da una telecamera. L'uomo è stato denunciato e il suo abbigliamento sottoposto a sequestro probatorio.