Sette arrestati, tutti italiani - cinque romani, un colleferrino e un palianese -, e sequestro record di oltre 50 chilogrammi di hashish. Brillante operazione dei carabinieri della Compagnia di Anagni che, coordinati dal maggiore Demartis, avrebbero fatto irruzione in un casolare in località Villamagna sorprendendo i componenti di quella che potrebbe rivelarsi una pericolosa banda dedita al traffico internazionale di stupefacenti. Il maggiore Matteo Demartis, comandante la Compagnia Carabinieri di Anagni, ha ricevuto da pochi giorni la stella d'argento di ufficiale superiore, che ne ha sancito la promozione da capitano.

L'ufficiale, dopo significative esperienze ai vertici dell'Arma nelle Marche ed in Toscana, ha assunto il comando della Compagnia anagnina in data 8 gennaio 2020. Laureato in Economia e Commercio, Scienze della Sicurezza Interna e Scienze Criminologiche, può vantare brillanti risultati in operazioni di contrasto alla droga, alla prostituzione e alla criminalità straniera. E pare proprio che l'esperienza sul campo gli consenta di operare magistralmente, come avvenuto nella giornata di ieri. La diffusione della droga, il consumo di sostanze che inizia sempre più in giovane età, rischiano di dare la spallata finale ad una società provata e indebolita nei valori e nei principi. La speranza risiede nelle capacità delle Forze dell'Ordine, unico baluardo a salvaguardia del Paese.