Ha prima accoltellato il fratello, quindi si è barricato in casa manifestando l'intento di suicidarsi; per un'intera notte ha "trattato" con i carabinieri, e solo al mattino si è lasciato convincere a consegnarsi ai militari. E' accaduto a Frignano, nel Casertano.

Ieri sera i carabinieri sono intervenuti per una persona ferita in seguito ad una lite in famiglia da un coltello da cucina per futili motivi (è stato ricoverato ma non in pericolo di vita); giunti sul posto, hanno scoperto che a ferire la vittima era stato il fratello, un 48enne che si è poi barricato in casa.

E' stato così attivato il protocollo di negoziazione con personale specializzato del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Caserta, che ha iniziato una trattativa con l'uomo, protrattasi tutta la notte. Solo dopo l'alba, il 48enne è uscito di casa consegnandosi ai carabinieri.