Controlli a chi abbia indebitamente usufruito di buoni spesa e reddito di cittadinanza, brutte sorprese in vista per i furbetti. La Guardia di Finanza della Città dei Papi, presente con il Comando Brigata nel Palazzetto di Giustizia in via Carlo Alberto dalla Chiesa, avrebbe consegnato all'Ufficio Servizi sociali una prima relazione sui risultati delle indagini richieste dall'ufficio stesso.

Nel bando emanato a favore degli aventi diritto, l'Amministrazione di Palazzo d'Iseo aveva elencato i requisiti indispensabili per il richiedente: residenza o domicilio nel Comune di Anagni; per i residenti stranieri non appartenenti all'Unione Europea anche il possesso del permesso di soggiorno in corso di validità, in scadenza, nel periodo 31 gennaio 2020 e 15 aprile 2020, in quanto prorogato a norma vigente fino al 15 giugno 2020; di appartenere a un nucleo familiare particolarmente esposto agli effetti economici derivanti dall'emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e di essere in stato di bisogno; di non usufruire di altre forme di sostegno pubblico (Rdc, Rei, Naspi, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, altre forme di sostegno previste a livello statale e regionale).

Per aggirare le norme, si ricorre talvolta a false autocertificazioni, con false dichiarazioni rispetto alla situazione di precarietà economica, alterando i numeri per abbassarli ai requisiti reddituali e patrimoniali richiesti a norma di legge. Le anomalie interessano spesso in maniera trasversale diverse tipologie di contribuzioni: reddito di cittadinanza, buoni spesa, ticket sanitari e gratuito patrocinio. Dopo i primi 154.000 euro, il Comune di Anagni ha erogato altri 84mila euro e impegnato ulteriori 60.000 euro.
Sembra che tra le pratiche esaminate ci siano alcuni illeciti sia da parte di persone fisiche, sia di partite Iva. Il consigliere delegato ai Servizi sociali, Danilo Tuffi, ha sempre esortato i cittadini alla correttezza, e mostra rispetto e apprezzamento verso il lavoro svolto dalle Fiamme Gialle, preziose alleate della legalità.