Un gesto di volontariato ambientale che va oltre la semplice pulizia di un luogo. Puliamo il mondo, l'annuale iniziativa di Legambiente, quest'anno si svolgerà nei pressi del parcheggio multipiano di Frosinone nel ricordo di Alessandra, Daniele e Davide, i tre giovani tragicamente scomparsi all'interno dell'area. «Ci sono luoghi maledetti afferma il presidente del circolo Stefano Ceccarelli sorta di buchi neri che attirano la solitudine e inghiottono la disperazione. Luoghi concepiti e nati per svolgere una funzione sociale, che si sono rivelati col tempo tetri non-luoghi senza senso, fino a diventare teatri di tragedie inenarrabili.

Il parcheggio multipiano di Frosinone è uno di questi.
Da strumento per eliminare la sosta selvaggia e liberare il centro storico dalle auto si è trasformato in un mostro di cemento desolatamente vuoto, che ha finito col richiamare un altro vuoto infinitamente più grave, quello esistenziale che sotto traccia corrode le vite di troppi giovani, immersi in un'incertezza, in una mancanza di prospettive che toglie il respiro e talvolta persino la voglia di vivere. Una comunità che si definisca tale ha il dovere di ricordare Alessandra, Davide e Daniele».

L'appuntamento di quest'anno, giunto alla XXVIII edizione, si svolgerà domenica 27 settembre. L'azione di pulizia - chiarisce Legambiente - si concentrerà sulle zone limitrofe alla struttura, in prossimità degli accessi di viale Mazzini e di via Ciamarra, compresi i giardini pubblici posti sotto via De Gasperi.