Per l'inizio del nuovo anno scolastico a Torrice arriva l'augurio del commissario prefettizio Anna Mancini e del sub-commissario Pierino Malandrucco.
Entrambi hanno voluto portare il loro saluto a studenti, personale e famiglie, consapevoli della particolarità del momento e dell'importanza della Scuola. «Il ritrovarsi soprattutto quest'anno, è motivo per i giovani di confronto, socializzazione scambio di idee per una crescita con i sentimenti delle virtù più belle - ha esordito Anna Mancini - Quelle virtù che la scuola trasmette in modo alto e nobile, attraverso tutti i suoi componenti, per illuminare il cammino dei ragazzi facendo sentire forte l'orgoglio di essere partecipi di una formazione, piena di valori e ideali universali, che deve governare la strada delle future generazioni, facendole diventare protagoniste del loro futuro.

L'apertura del nuovo anno scolastico rappresenta un momento particolare per promuovere un'attenta riflessione sulle finalità che la scuola è chiamata a perseguire, come centro di cultura, confronto, riflessione e promozione delle idee, oltre che di studio, ricerca e sviluppo della personalità. Un elemento fondamentale della nostra democrazia per la crescita e la formazione dei cittadini». Il commissario ha rivolto anche un pensiero a ciascuna categoria, augurando buon lavoro al dirigente scolastico, ai docenti al personale amministrativo, tecnico e ausiliario. Quindi si è rivolta alle famiglie e agli studenti augurando ai ragazzi di «diventare uomini e donne, consapevoli di un Paese che ha una cultura magnifica, con un grande passato, un presente difficile ma un futuro ricco di speranze». Anna Mancini e Pierino Malandrucco sono ripartiti anche dalla Scuola, soddisfatti della riapertura in sicurezza e nei tempi programmati.