Alunni senza banco ma con tanta pazienza, e dirigenza piuttosto nervosa. I lavori effettuati con fare febbricitante, fino a domenica pomeriggio, facevano temere che non tutto potesse essere pronto per la riapertura di lunedì 14. Eppure i dirigenti scolastici, avevano assicurato il "tutto a posto" mettendoci sicuramente la faccia. Non era tutto a posto, almeno ma non solo per l'ex Magistrale sede di diversi licei: il piazzale esterno una sorta di cantiere messo in sicurezza alla bell'e meglio, marciapiedi sconnessi, pluviali scollegati e materiali ammonticchiati dappertutto, mancanza di tende alla finestre e mascherine non per tutti.

Soprattutto, però, la mancanza di banchi che la Provincia aveva promesso peril 25 settembre, ma da Roma il più labile "entro fine ottobre". Alunni che lamentano mal di schiena per la innaturale postura dovuta all'assenza di banchi. Qualcuno ha girato un breve video in una classe priva di banchi, filmato che, grazie ai "gruppi" chat è stato visionato da più persone provocando la rabbia del web ed il disappunto dei cittadini. Soluzione? La circolare n. 21, censura totale ad ogni tentativo di "ripresa di immagini da parte degli allievi".

Il testo del documento notificato ieri mattina. Così recita: «gli allievi, i genitori ed il personale non sono autorizzati alla ripresa e diffusione di immagini. Si avverte che nel caso di segnalazione di immagini diffuse senza autorizzazione, il DS si rivolgerà alla Polizia Postale». Fino a qualche decennio fa l'iniziativa avrebbe provocato lo sciopero immediato da parte degli alunni, e probabilmente l'occupazione dell'Istituto. I ragazzi di oggi sono diversi; all'apparenza decisi ed autonomi, nei fatti insicuri; secondo qualcuno, più maturi. La scuola dovrebbe essere palestra di vita, se viene meno il confronto rischia di naufragare.