Il rilancio e il futuro. Il paese punta sui suoi giovani, anzi giovanissimi. Proprio sulle nuove generazioni si fonda la speranza di una comunità che prospera e la riapertura, dopo cinque anni, dell'asilo nido comunale "Le coccole" è certamente un buon segno. «Un simbolo per Arce e per tutta la comunità», sottolinea l'assessore alle politiche sociali Bruna Gregori, da tempo impegnata nella riorganizzazione del struttura.
Ieri mattina la cerimonia del taglio del nastro con l'avvio dell'anno educativo. C'erano il sindaco Luigi Germani, l'assessore Bruna Gregori con i colleghi di giunta Sara Petrucci e Dario Di Palma, la consigliera delegata Giulia Cecio, la dirigente scolastica Nunzia Milite, la responsabile di Consorzio Intesa Angela Ciardi e tutto lo staff educativo del nuovo nido.

Modernità, sicurezza e ottimizzazione energetica le parole chiave dell'asilo, dotato di una mensa interna. «A occuparsi della gestione - spiega l'assessore Gregori - sarà il Consorzio Intesa di Frosinone, vincitore della gara d'appalto, che vanta una pluriennale esperienza nella gestione di asili nido in tutta la regione. Sono soddisfatta perché, dopo un anno intero di lavoro, vedo la realizzazione di questo progetto così importante per i nostri bambini e per il supporto alle famiglie. Inoltre, in questo momento di crisi, abbiamo affrontato e risolto il problema dei costi attraverso un'integrazione tra pubblico e privato: il risultato è quello di aver migliorato la fruibilità calmierando i costi pur innalzando il livello qualitativo dell'offerta formativa».

Soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco Luigi Germani: «Rivedere questa struttura riaperta e con dei bambini è una grande un'emozione. Questi piccoli rappresentano il futuro del nostro paese, a loro dobbiamo tutte le attenzioni possibili».
Quanto alle regole anti Covid, l'amministrazione assicura che saranno scrupolosamente rispettate tutte le linee guida nazionali previste per la fascia di età da zero a sei anni.