Una parte del loro ristorante era stata realizzata senza le prescritte autorizzazioni edilizie. Per questo il Comune aveva disposto la chiusura del locale attraverso una specifica ordinanza. Ciò nonostante, i coniugi che gestiscono l'attività, entrambi di sessantanove anni, hanno continuato a lavorare ignorando l'ordine del Comune.

Lo hanno scoperto l'altro ieri i carabinieri della stazione di Arce che, nell'ambito di un controllo amministrativo nei pubblici esercizi del territorio, hanno denunciato all'autorità giudiziaria i due ristoratori con l'accusa di inosservanza dei provvedimenti dell'autorità.

Inoltre, nei loro confronti i militari dell'Arma hanno contestato una sanzione amministrativa di 5.000 euro per aver somministrato alla clientela alimenti e bevande senza avere l'autorizzazione per farlo.