Gioco d'azzardo, più volte denunciato anche dalle diocesi del comprensorio, alcolismo, droghe, soprattutto tra i giovani, spesso giovanissimi, e poi bullismo, quello, come le droghe, non risparmia neppure i tranquilli paesini della Valle dei Santi, e poi violenza domestica, spesso taciuta, ma non inesistente.
L'iniziativa
L'associazione "Franco Costanzo" fa tappa nella valle dei santi per diffondere nei comuni di Sant'Ambrogio, Sant'Andrea, Sant'Apollinare e Vallemaio la campagna di sensibilizzazione sul disagio e le devianze insieme a Exodus.

«A causa del Covid-19 la campagna si svolgerà in dimensione ridotta e consisterà nella distribuzione nelle attività commerciali locali di tre locandine informative elaborate dall'associazione "Franco Costanzo" e dall'Exodus di Cassino sulle droghe, sul gioco d'azzardo, sui contesti familiari difficili, contenenti i rischi, i numeri di ascolto e altre informazioni utili a prevenire, individuare e agire per superare tali problematiche».
A spiegarlo sono gli organizzatori, che aggiungono: «Purtroppo, oggi, anche nei piccoli centri si registrano numeri importanti sul gioco d'azzardo e sull'uso di droghe anche in giovane età».

Appello fondamentale
Ma il messaggio fondamentale è questo: «Bisogna imparare a chiedere aiuto, senza vergognarsi, senza rimandare, senza far finta di non vedere la realtà».
Appena la situazione pandemica lo consentirà, i due enti promuoveranno anche momenti pubblici di ascolto e confronto su queste tematiche.
Il vasto comprensorio
«Ci tieniamo a precisare che questo lavoro lo stiamo portando avanti in un comprensorio vasto grazie alla collaborazione dell'Exodus di Cassino e al sostegno della Banca Popolare del Frusinate.
Infatti, la campagna ha già interessato i comuni di Ausonia, Coreno e Castelnuovo Parano e prossimamente interesserà anche i comuni di San Giorgio a Liri, Esperia e Pignataro Interamna. Un ringraziamento alle amministrazioni comunali di Sant'Ambrogio sul Garigliano, Sant'Andrea del Garigliano, Sant'Apollinare e Vallemaio per l'interesse e la disponibilità dimostrata verso questa iniziativa", ha sottolineato il presidente della "Franco Costanzo" Mario Costanzo.