Ancora un incidente sulla superstrada Cassino-Formia.
Tanta paura per due persone, marito e moglie, rimasti coinvolte nel sinistro mentre percorrevano la 630 a bordo della loro Suzuki Ignis. Per fortuna, sembra che le condizioni di entrambi non siano gravi, ma sono diverse le contusioni e le fratture diagnosticate.
Il sinistro è avvenuto nella tarda mattinata di ieri all'altezza del territorio comunale di Esperia, nei pressi del bivio per il paese aurunco.

Secondo una prima ricostruzione di quanto deve essere accaduto, era da poco passato mezzogiorno quando i due coniugi, residenti a Sessa Aurunca, stavano percorrendo la superstrada Cassino-Formia. All'improvviso, nel tratto compreso tra San Giorgio a Liri e Castelnuovo Parano, all'altezza dell'uscita per il comune di Esperia, l'utilitaria è finita fuori strada. Un grande schianto contro il guardrail laterale, parabrezza lesionato e in frantumi, grande paura per la coppia a bordo. Sul posto sono prontamente intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Pontecorvo, comandata dal capitano Tamaraa Nicolai, i sanitari del 118 che hanno prestato le prime cure necessarie ai coniugi, che subito dopo sono stati trasportati con le ambulanze presso il pronto soccorso dell'ospedale di "Santa Scolastica" di Cassino, e i Vigili del Fuoco del distaccamento di Cassino, che hanno evitato il pericolo che l'auto prendesse fuoco.

Il traffico, rimasto bloccato nella direzione Cassino-Formia per diversi minuti, è tornato a scorrere regolarmente dopo che i feriti sono stati trasferiti e le forze dell'ordine hanno eseguito i rilievi del caso.
L'incidente stradale avvenuto ieri mattina ha riacceso i riflettori sulla pericolosità della superstrada Cassino-Formia, purtroppo continuo teatro di scene simili.
Più volte i sindaci della zona hanno sollecitato interventi decisi e definitivi della Regione, all'Astral e perfino del Ministero dei Trasporti. Da Ausonia, un giovane del posto, Christian Vizzaccaro, all'inizio del 2020 ha anche avviato una petizione on line con il duplice obiettivo: invitare le autorità competenti a mettere in sicurezza l'importante arteria stradale e sollecitare automobilisti e camionisti ad una maggiore attenzione e al rispetto puntuale del codice della strada lungo una via che è ad altissima densità di traffico.