Un'atmosfera a dir poco surreale quella che si respira nel centro di Colleferro, in particolare a ridosso dei giardinetti dei largo Oberdan, dove tra le 3 e le 5 della notte scorsa è stato barbaramente ucciso, a calci e pugni, Willy Monteiro, il giovane di 21 anni che ha avuto la sola colpa di aver cercato di calmare gli animi durante una violenta rissa scoppiata, nei pressi dei locali della movida colleferrina, per motivi quasi sicuramente "futili". Per la sua morte poche ore fa i carabinieri hanno arrestato, con l'accusa di omicidio preterintenzionale in concorso, quattro giovani di Artena, tutti tra i 21 e i 26 anni, autori del mortale pestaggio. 

Vicino al luogo dell'assassinio da ore ci sono centinaia di persone, di Colleferro, di Artena e di Paliano, dove Willy da anni risiedeva con la sua famiglia ed era amato da tutti. Persone che si interrogano sull'accaduto, che discutono, spesso con gli occhi lucidi per il dolore. interrogandosi su quanto successo, sul malessere che attanaglia i giovani.

E proprio nei piccoli giardini di largo Oberdan, situati a due passi dall'Ipia, che oggi accoglie alcuni uffici comunali, dalla scuola media e praticamente attaccati alla caserma dei carabinieri di Colleferro, alle 20.30 si terrà una manifestazione di vicinanza al ragazzo e alla sua famiglia alla quale parteciperanno i sindaci di Paliano Domenico Alfieri, quello di Colleferro Pierluigi Sanna e quello di Artena Felicetto Angelini.

Quattro arresti in flagranza di reato con l'accusa di omicidio preterintenzionale in concorso. La notizia è di poco fa e segna una calorosa svolta nelle indagini per l'assassinio di Willy Monteiro, il 21enne di Paliano ucciso a calci e pugni nella notte scorsa durante una lite scoppiata davanti ad un locale della movida di Colleferro e nella quale, stando ad una prima ricostruzione del fatti, il ragazzo era intervenuto solo per fare da paciere. 

All'arresto dei quattro, fra cui due fratelli, i carabinieri sono arrivati rapidamente: subito dopo il fatto, infatti, il gruppo di aggressori è scappato ad Artena, dove tutti risiedono, e i carabinieri, grazie alla conoscenza del territorio e alle imbeccate giuste del comandante di Stazione di Colleferro, sono subito arrivati a loro
I quattro hanno un'età compresa fra i 21 e i 26 anni,

Intanto, il locale davanti al quale si è consumata la tragedia ha decretato due giorni di chiusura in segno di rispetto "per la scomparsa di un ragazzo solare, educato e brillante". Il locale Movida, uno dei più in voga tra i giovani nella zona dello svago colleferrino, ha scelto la via del silenzio e del rispetto per onorare la memoria di Willy Monteiro, il 21enne brutalmente assassinato nella nottata appena trascorsa da un gruppo di teppisti.

di: La Redazione

Un dolore grande. Tante domande e ancora poche risposte. L'unica certezza che il loro figlio non c'è più. Uscito di casa ieri, non ha fatto più ritorno nell'abitazione di via Mole del Casale a Paliano. È stato ucciso di botte a Colleferro la notte scorsa. Su chi abbia provocato la morte di Willy Monteiro 21 anni, e per quale motivo, stanno indagando i carabinieri di Colleferro che continuano ad ascoltare persone per ricostruire quanto accaduto. Fermati alcuni giovani, sembrerebbe di Artena, anche se vige il massimo riserbo da parte degli investigatori.

Sconvolti anche gli amici, alcuni li abbiamo incontrati proprio davanti casa del giovane, poche ore fa. Anche loro non riescono a darsi pace e a capire chi e per quale motivo possa aver ucciso di botte Willy, un ragazzo dal cuore grande, sempre gentile, disponibile con tutti, con la passione per il calcio e la cucina. Così lo ricordano i suoi amici. Gli amici che abbiamo incontrato poco fa davanti casa del ventunenne. Erano accanto a papà Armando, originario di Capo Verde, tornato da poco insieme alla moglie da Colleferro, dove si sono diretti questa mattina appena hanno ricevuto la telefonata da parte dei carabinieri.

"Un ragazzo d'oro. Non ha mai fatto del male a nessuno. Non ha mai discusso con nessuno. Non riesco a capire". Poche parole di papà Armando, ma ripetute con gli occhi lucidi, mentre il dolore della mamma di Willy e della sorella squarciavano il silenzio di una città che si è svegliata con una terribile notizia. Willy lavorava come cuoco in un ristorante di Artena. Aveva studiato all'istituto alberghiero di Fiuggi. Tra le sue passioni quella del calcio, ha giocato per anni con una squadra di calcio di Paliano. Un ragazzo molto stimato.

Tanti anche i messaggi di cordoglio e vicinanza alla famiglia di persone che nn conoscevano il ventunenne ma hanno appreso la notizia anche dalle cronache nazionali. Nella giornata di domani con apposita ordinanza il sindaco di Paliano Domenico Alfieri ha annunciato che proclamerà il lutto cittadino: "Questa sera alle 20.30 assieme al Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna e al Sindaco di Artena Felicetto Angelini deporremo dei fiori nel luogo dove ha perso la vita questa notte il nostro amato Willy".

di: N. F.