L'immondizia abbandonata non da turisti o pellegrini ma da incivili, sta deturpando lo scenario paesaggistico che può essere ammirato nel Nord Ciociaria e nell'Alta Valle dell'Aniene.

Purtroppo, sono ancora molte le persone che mortificano i capolavori che la natura offre loro. Non hanno il senso di essere ospiti in una terra non loro, a differenza degli abitanti del posto che di ospitalità ne hanno da vendere.

La sopportazione ha un limite e oggi a lamentarsi sono i responsabili della confraternita della Santissima Trinità di Vallepietra,che denunciano la quantità di rifiuti abbandonati da pseudo-pellegrini, di ritorno dalla visita al Santuario, sulle sponde del Simbrivio affluente dell'Aniene.

Quindi, sarebbe ora che il parco dei Monti Simbruini, di concerto con carabinieri e polizia locale, trovasse il sistema per debellare questo fenomeno, non più ammissibile su un'area protetta, che altrimenti non può essere definita tale.