Nasce sotto il simbolo dell'oleandro e sotto la protezione di Padre Pio l'associazione di ciclisti che proprio della pianta porta il nome. «Il nome "L'oleandro" nasce dalla constatazione che questo arbusto cresce generoso nel piazzale presso il quale ha sede l'associazione in località Frasso, lungo la superstrada Cassino-Formia, all'altezza di Castelnuovo Parano. Dire l'oleandro, dunque, significa già di per sé fornire un'indicazione del posto», spiegano i ciclisti, rappresentati dal presidente fondatore Andrea Bergantino Esposito.

«Ma in una parte più profonda della mente e dell'anima il nome nasce come associazione in riferimento al cespuglio onnipresente sulle strade dei ciclisti, negli svincoli, al lato delle salite più impervie dove insegnano caparbietà e resistenza alle avversità. L'oleandro nasce e cresce sulle rocce senza l'aiuto dell'uomo, in forma spontanea e selvatica - continuano i ciclisti - E queste sono le caratteristiche del ciclista, la resistenza alle difficoltà, la tenacia».

Poi proseguono: «Anche a Castelnuovo Parano nasce per merito o demerito della superstrada che collega l'entroterra al mare, centro di passaggio e luogo di ritrovo: con questo spirito vuole coinvolgere, come già sta succedendo, persone dei paesi vicini, Ausonia, Coreno Ausonio, Esperia, San Giorgio a Liri e tutta la Valle dei Santi». Venerdì, sabato e domenica l'associazione "L'Oleandro" con lo sponsor ufficiale Cis Point Centro Servizi Immobiliare del geometra Daniele Parisi compirà un viaggio a San Giovanni Rotondo, presso il santuario dedicato a San Pio da Pietrelcina.

«Andiamo bene per Padre Pio? Durante il viaggio ce lo chiederemo spesso, perché questo tragitto non l'abbiamo pianificato più di tanto, e nemmeno vogliamo ridurci a mere marionette nelle "mani" di Gps e navigatori. Vuole essere il nostro "viaggio", un viaggio empatico dove saranno, lungo la strada, le persone del posto, ciclisti o meno, a darci le indicazioni» conclude il presidente dell'associazione. Un viaggio pieno di spiritualità, in grado di unire in modo puro e diretto la passione per lo sport e per l'avventura alla profonda spiritualità per San Pio, meta di pellegrinaggi e devoti. Spesso anche sulla loro due ruote.