Un giardiniere di Olbia, di 62 anni, è morto folgorato all'interno di una dependance di servizio di una villa a Porto Rotondo. I carabinieri del reparto territoriale di Olbia, poco dopo mezzanotte, hanno ritrovato il suo corpo ormai privo di vita e ancora attaccato a un'autoclave dalla quale con ogni probabilità è partita la scarica letale.

Le persone che si trovavano nella villa non si erano accorte che lui fosse ancora lì, dato che è molto frequente la presenza di manutentori e che il punto in cui si trovava risulta piuttosto isolato.

A dare l'allarme erano stati invece i parenti, che non l'avevano visto tornare a casa dopo essere uscito per degli impegni lavorativi mattutini La Procura di Tempio Pausania, che sta coordinando le indagini dei militari, ha sequestrato l'area e disposto perizie tecniche sull'autoclave.