Continuano le attività di campionamento e monitoraggio degli ortaggi coltivati nella zona a ridosso dell'Eureka, l'azienda bruciata domenica scorsa. A una settimana dal terribile rogo che ha devastato la struttura, una scena visibile anche dall'autostrada, continuano i controlli serrati di aria e prodotti agricoli. Fin dall'inizio l'Arpa Lazio ha avviato i campionamenti dell'aria nelle immediate vicinanze del sito e a chilometri di distanza, con i dati rilevati nella centralina di Cassino. Nel primi giorni i valori di diossina e benzopirene sono risultati ben superiori ai livelli della media annua. Le diossine sono rientrata in breve, discorso diverso per i valori di benzopirene che, seppur in diminuzione, risultavano ancora elevati e fuori dalla norma a diversi giorni dall'episodio.

I vigili del fuoco sono rimasti al lavoro sul posto per giorni, prima per spegnere i focolai e dopo per avviare le operazioni di smassamento. Un'operazione resa difficile anche a causa della difficoltà di accesso in tutte le aree della struttura per timori sulla stabilità dell'edificio. L'aria è rimasta densa e irrespirabile fino al weekend. Il sindaco di Piedimonte ha convocato un tavolo di crisi venerdì a seguito del quale sono state prorogate le ordinanze con le restrizioni sia nel comune di Piedimonte che in quello di Villa Santa Lucia. Presenti all'incontro di venerdì, oltre al sindaco di Villa S. Lucia, Antonio Iannarelli, la Asl, l'Arpa Lazio, la Provincia, il Cosilam, la Coldiretti e Unindustria. Tutti compatti per decidere l'iter da seguire nella gestione dell'emergenza.
Immediatamente avviati i campionamenti di frutta e verdura nelle coltivazioni adiacenti al sito bruciato. I tecnici della Asl stano effettuando i prelievi e si attendono gli esiti dall'Izs (istituto zooprofilattico di Roma).

«I campionamenti continueranno anche nei prossimi giorni - annuncia Ferdinandi che fin dal primo giorno ha accompagnato i tecnici dell'Arpa prima e della Asl dopo, sui luoghi di intervento e ricorda - Le aziende agricole produttrici sono pregate di inviare segnalazioni whatsapp al numero del Comune 3339485433, indicando la distanza dal sito Eureka, il nome della via e il numero civico». E sono diverse le segnalazioni che sono già arrivate nel fine settimana e per le quali si sta intervenendo. Dopo i controlli sulle coltivazioni si procederà a verifiche sul patrimonio zootecnico e sulla falda acquifera profonda: al primo posto la tutela di cittadini e consumatori.

Resta alta l'allerta su tutto il territorio, anche dell'associazione medici di famiglia della provincia, che ha invitato ad allargare il raggio di interesse passando dai 2 chilometri previsti dalle direttive Asl ad almeno 7 chilometri dall'Eureka. Questo perché , in base alle rilevazioni registrate dalla centralina Arpa a Cassino, a sette chilometri di distanza, sono state registrati picchi di polveri sottili nelle ore seguenti all'incendio. Intanto le ordinanze a Piedimonte e Villa S. Lucia resteranno in vigore fino ad oggi.