Lavori in corso in un'ala del complesso "Opera Don Guanella", nel quartiere Sant'Agata. A ottobre, Covid permettendo, dovrebbero iniziare nell'edificio i corsi distaccati dell'Accademia delle Belle Arti di Frosinone.
A Ferentino, infatti, l'Istituto attiverà i corsi di Ceramica e Oreficeria, come è già stato annunciato in altre occasioni. Inoltre, secondo quanto ha dichiarato la professoressa Loredana Rea, direttrice dell'Accademia frusinate, durante un'intervista rilasciata proprio a Ferentino, si punterà anche all'attivazione del corso di Restauro dei complementi d'arredo e mobili, un'assoluta novità. Ma anche su quello innovativo di Progettazione dei videogame. Pertanto, da via Antica Acropoli si traslocherà a Sant'Agata, ottimizzando anche le risorse pubbliche del Comune. Va evidenziata la buona collaborazione tra l'Amministrazione Pompeo, la Provincia, ugualmente targata Pompeo, e l'Istituto presieduto da Ennio De Vellis, con la direzione della professoressa Loredana Rea. Il primo cittadino ferentinate ha ringraziato la direttrice in più occasioni, assicurando: «L'Accademia non andrà via dalla nostra città, piuttosto rilancerà la sua offerta formativa». Intanto, sarebbero in fase avanzata i lavori di adeguamento all'interno dell'edificio individuato per ospitare i nuovi corsi accademici. È interessata dalle opere, in particolare, un'ala indipendente che si trova nel retro del complesso, ma inserita nella capiente struttura che accoglie da anni anche l'Istituto Tecnico Commerciale "Lolli Ghetti", oggi sede Ite dell'Istituto di Istruzione Superiore "Martino Filetico". In proposito, è bene ricordare che Ferentino ha già dato ospitalità al corso accademico di Fashion Design, da qualche anno traslocato nella sede centrale nel Capoluogo, nella vecchia sede di via Antica Acropoli, che era di proprietà privata e oggi, come è noto, è chiusa.