Aveva architettato tutto, ma non aveva fatto i conti con gli agenti della squadra mobile della questura di Sassari che dopo la denuncia della truffata hanno avviato le indagini e sono risaliti all'autore, un trentacinquenne di Frosinone. Stando alle accuse, il ciociaro, che vive in Campania, si è finto operatore di una banca ed è riuscito a ingannare una donna di Sassari e a prelevare 11 mila euro dal conto online della correntista per acquistare un Rolex. Il trentacinquenne è stato scoperto e denunciato.

I fatti
Tutto è partito dalla denuncia, nello scorso mese di marzo, di una donna che, scoperta di essere stata truffata, ha presentato denuncia alla polizia.
Stando alla ricostruzione dei fatti, la signora ha ricevuto, quello che poi si è rivelato un finto sms con cui è stato fatto credere alla vittima di essere stato inviato dalla sua banca per segnalare un accesso anomalo al suo conto corrente, con allegato un link sul quale accedere per bloccare il tentativo segnalato. E così la donna ha compilato tutti campi con i propri dati anagrafici e inserito anche il numero di telefono per essere ricontattata. E proprio poco dopo ha ricevuto una telefonata, con numero anonimo, da un uomo che si è presentato come operatore della banca. L'uomo, riferendo di dover verificare le presunte irregolarità, le ha chiesto gli accessi al suo conto. Al termine della chiamata, la truffata ha scoperto che qualcuno aveva effettuato un bonifico di 11.000 euro per l'acquisto di un orologio Rolex.

Le indagini
Capito l'inganno, ha subito contattato la squadra mobile che è risalita all'intestatario dell'Iban destinatario del bonifico, contattato la banca del truffatore e sospeso momentaneamente l'accredito. Da lì gli agenti sono arrivati al reale utilizzatore dell'Iban.

La scoperta
È finito così nei guai il trentacinquenne di Frosinone, che vive in Campania, già noto alle forze dell'ordine per numerosi precedenti per truffa.
L'uomo è stato così denunciato dagli agenti della polizia e la donna di Sassari ha potuto riavere la somma che le era stata sottratta con l'inganno.