Due nuovi casi positivi al Covid-19 a Ceprano. Si tratta di un bambino di sette anni e di una ventenne, molto probabilmente di rientro dalle vacanze. Dunque, non si tratta di anziani, né di soggetti fragili, bensì di un bambino e di una giovane facenti parte di categorie ad oggi, seppur non escluse, comunque non considerate a rischio. E proprio alla luce di questi dati, tutt'altro che confortanti, il sindaco Marco Galli lancia un appello affinché si usino le mascherine, oltre a far attenzione al distanziamento sociale ed al lavaggio corretto delle mani.

"Non scherziamo, perché siamo ancora in piena pandemia! - scrive il sindaco su Facebook ed aggiunge - Un appello particolare lo rivolgo a chi è preposto ai controlli, affinché siano severamente represse le condotte non conformi a quanto stabilito dalle ordinanze governative e sindacali, diversamente, oltre assumersi pesanti responsabilità, le eventuali omissioni rischiano di vanificare tutti gli sforzi compiuti per combattere l'epidemia". Il primo cittadino dice stop agli avvisi e alla tolleranza, "occorre perseguire senza indugio chi non utilizza la mascherina e non rispetta il distanziamento facciale perché mette a repentaglio la salute delle altre persone", ed annuncia l'eventuale possibilità di adottare ulteriori provvedimenti a tutela della salute pubblica.