Calci contro il portone dei carabinieri di Isola del Liri. Uomo bloccato dai militari e arrestato. Nella tarda serata di domenica 23 agosto nella città delle cascate, i carabinieri della locale stazione coadiuvati da una pattuglia del Norm della compagnia di Sora, hanno tratto in arresto per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento, Shahini Anxhelo, cittadino albanese di ventinove anni, senza fissa dimora.
I fatti
Intorno alle 22 del giorno festivo, dopo aver importunato l'ex compagna, l'uomo ha citofonato alla vicina caserma dei carabinieri, in preda a una rabbia inconsulta, per non meglio precisati motivi. Mentre l'operatore della centrale operativa della compagnia di Sora rispondeva al citofono, essendo la stazione di Isola del Liri su via Roma chiusa a quell'ora di domenica, l'uomo ha preso letteralmente a calci, senza alcun motivo il portone d'ingresso del condominio dove al primo piano è ubicato il reparto dell'Arma, riuscendo a sfondarlo.

Grande l'apprensione da parte dei condomini che non capivano cosa stesse succedendo in un posto che dovrebbe essere tranquillo, data la presenza delle forze dell'ordine. Subito dopo l'allarme dato dall'operatore del 112 sul posto sono giunte due pattuglie; i militari con non poca fatica sono riusciti a bloccare e calmare il ventinovenne che, peraltro, si era ferito a una mano colpendo il vetro del portone d'ingresso. Ad arrivare a Isola del Liri anche un'ambulanza per prestare il primo soccorso all'uomo che è stato sottoposto alle cure del caso da parte del personale sanitario del 118, immediatamente allertato. Il ragazzo è stato arrestato e trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo.

Il cittadino albanese, domiciliato per molto tempo, in passato, a Castelliri, era conosciuto alle forze dell'ordine perché già censito per stupefacenti, inosservanza dei provvedimenti dell'autorità, inosservanza delle norme per contenimento Covid-19, furto aggravato, guida senza patente.