Dopo aver importunato l'ex compagna, intorno alle ore 22.00 di ieri sera, è andato a citofonare alla vicina caserma dei carabinieri per non meglio precisati motivi in preda ad una rabbia inconsulta. Protagonista della vicenda S.A. cittadino albanese 29enne senza fissa dimora, in passato domiciliato a lungo a Castelliri, già censito per stupefacenti, inosservanza dei provvedimenti dell'autorità, inosservanza delle norme per contenimento covid-19, furto aggravato, guida senza patente.

Mentre l'operatore della centrale operativa della Compagnia di Sora rispondeva al citofono, essendo la Stazione di Isola del Liri chiusa a quell'ora di domenica, l'uomo ha iniziato a prendere a calci, senza alcun motivo, il portone d'ingresso del condominio dove al primo piano è ubicato il reparto dell'Arma, riuscendo a sfondarlo.

Grazie alla segnalazione di allarme data dall'operatore del "112", sul posto sono giunte due pattuglie che a fatica sono riuscite a bloccare e calmare l'uomo, che peraltro si era ferito ad una mano colpendo il vetro del portone d'ingresso. Sottoposto alle cure del caso, da parte dei medici del "118" immediatamente allertati, l'uomo è stato arrestato per i reati di "resistenza a Pubblico Ufficiale e danneggiamento" e trattenuto presso le camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo.