L'esplosione è stara avvertita nel cuore della notte, intorno alle 3.30. Poi fiamme altissime e un fumo nero e denso che ha avvolto Piedimonte, Villa S. Lucia e Cassino. L'enorme incendio, tutt'ora in parte attivo, è scoppiato all'interno di un'azienda di pneumatici esausti e metalli che insiste a pochi passi dalla Fiat al confine dei tre comuni, in territorio di Piedimonte. Tre le squadre dei vigili del fuoco intervenute insieme ai carabinieri per tentare di bloccare almeno in parte le fiamme.

Poi il sopralluogo anche di Arpa e del sindaco Gioacchino che, di concerto con i militari, ha fatto un avviso social invitando tutti a chiudere le finestre. La situazione è molto seria. L'Arpa ha montato una centralina per rilevare le sostanze disperse, parte del capannone (non in attività) è crollata e da un'altra ancora esce fumo nero.