È una situazione che non può soddisfare i cittadini quella del cimitero di Veroli, che versa nell'incuria e subisce periodici danni. La denuncia parte proprio dai frequentatori, stanchi di assistere alla situazione indecorosa del luogo sacro. I problemi si estendono a macchia d'olio su tutto il perimetro, senza fare sconti ad alcuna zona. Non solo toccando la parte più antica, ma coinvolgendo anche i blocchi di recente costruzione.
Quello che lamentano i cittadini è appunto la mancata manutenzione ordinaria, che possa garantire ordine e pulizia nel cimitero.

Complice anche la scarsa attenzione e il poco rispetto di alcuni incivili, non è raro vedere scarti di fiori, come di altri materiali, accatastati alla rinfusa senza che vengano rimossi tempestivamente dai cassonetti o dai cumuli improvvisati. A questo si aggiungono i danni che il tempo sta arrecando ad alcuni loculi. Nell'area dove riposano i più piccoli, le ripetute infiltrazioni d'acqua stanno deteriorando le pareti e gli stessi loculi. Durante il periodo di chiusura forzata, il Comune aveva scelto di avviare alcuni interventi di miglioramento, con la fornitura di nuovi loculi e una manutenzione generale.

I lavori effettuati, però, non sembrano avere risolto il problema lamentato dai cittadini, tanto che ai segni evidenti dei danni si corre il rischio che se aggiungano di nuovi. Intanto, la riqualificazione dell'area cimiteriale è stata inserita nel Piano triennale delle opere pubbliche, per un importo complessivo che si aggira intorno ai 2 milioni di euro. La questione cimitero non ha mancato di accendere il dibattito anche nell'ultimo Consiglio comunale, quando dalla minoranza sono arrivate ulteriori sollecitazioni a tenere sotto controllo la situazione non solo attraverso azioni strutturali, ma anche con operazioni cadenzate di manutenzione e pulizia.

In attesa di massicci interventi di ottimizzazione degli spazi e della percorribilità, come ha anticipato l'Amministrazione civica, restano purtroppo le difficoltà contingenti che i cittadini non mancano di riscontrare quotidianamente.