I carabinieri della stazione di Atina al comando del maresciallo Roberto Sisti, con l'ausilio del personale del nucleo cinofili di Roma e della sezione operativa della compagnia cassinate, hanno denunciato un uomo di 36 anni e la sua convivente di 42, entrambi di nazionalità rumena, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso della perquisizione della loro casa, in via Valenti, eseguita anche con i cani antidroga, la donna si è precipitata nel bagno e ha tentato di disfarsi di un involucro che aveva addosso. I militari, però, hanno recuperato prontamente l'involucro: al suo interno c'erano tre ovuli di cocaina del peso complessivo di un grammo e mezzo.

In casa sono stati trovati anche il materiale per confezionare le dosi e 1.130 euro in contanti, tutto posto sotto sequestro.