Si era recato presso la casa della salute di Atina per degli accertamenti sanitari. Ma, dopo aver ricevuto il diniego da parte del personale dell'A.S.L. in relazione ad una richiesta di priorità rispetto ad altre persone in attesa, ha dato in escandescenze. 

I fatti sono avvenuti lo scorso 23 giugno, il protagonista della vicenda, un 68enne residente nella "terra di comino", già censito per i reati di atti persecutori e minacce, ha scaraventato a terra un tavolo ed una stampante, causandone il danneggiamento, con conseguente interruzione del pubblico servizio. Poi si è dato alla fuga.

A seguito delle indagini, i carabinieri della locale stazione lo hanno denunciato per "danneggiamento ed interruzione di pubblico servizio"