Emergono i primi dettagli rispetto alla morte di un ragazzo di circa 25 anni avvenuta sull'isola di Ponza nel corso della mattinata di oggi. Con le cause del decesso ancora da stabilire e con i carabinieri di Ponza e della Compagnia di Formia che stanno indagando sull'accaduto, in questi minuti si è appreso che l'uomo, originario di Roma, era sull'isola per lavorare in un locale della zona.

A segnalare la presenza del corpo riverso a terra è stato un vicino di casa: il corpo, infatti, si trovava nelle pertinenze dell'abitazione - un monolocale - affittato dal giovane romano proprio per lavorare sull'isola. Il cadavere, stando alle prime indiscrezioni, presenta una ferita alla testa, in special modo alla base del cranio. Non si esclude, al momento, che l'uomo sia precipitato da una balaustra che si trova all'esterno della casa. Tutto, però, è ancora da ricostruire.

Tragedia attorno a mezzogiorno sull'isola di Ponza. Un ragazzo di circa 25 anni, dall'identità al momento sconosciuta, è caduto dalla balaustra di un appartamento o di un terrazzo che si trova in via Staglio, nella frazione di Santa Maria, ossia una zona esterna rispetto al centro storico, ma comunque a carattere residenziale, ed è morto sul colpo.

Quanto accaduto è ancora tutto da ricostruire. Al momento l'unico dettaglio utile a riconoscere il giovane - che potrebbe non essere un abitante dell'isola - è la presenza di un tatuaggio sulla spalla destra. Sull'accaduto stanno indagando i carabinieri della locale Stazione, coordinati dalla Compagnia di Formia. 

di: La Redazione