Al via il secondo turno del laboratorio didattico sulla manipolazione dell'argilla "Dalla terra al fuoco", promosso da Sif-Cultura e condotto dal dottor Enzo Passamonti. Il laboratorio, allestito nell'atrio della biblioteca comunale, in piazza Martiri di via Fani, è riservato ai bambini che possono sperimentare nuove tecniche espressive, oltre a stimolare la loro creatività artistica. Un'esperienza nuova e creativa per impiegare in maniera costruttiva il tempo libero e dare sfogo all'estro di bambini e adolescenti. Nell'epoca dei videogiochi e della tecnologia, è importante poter sviluppare la manualità e la capacità di dare vita a piccoli capolavori, stimolare la fantasia, l'arte e la creatività.

È fondamentale soprattutto in giovane età e in un'epoca come la nostra, che tende invece ad appiattire determinate qualità. L'atrio della biblioteca offre lo spazio giusto per ospitare i corsisti, all'aria aperta, fra le mura dell'ex sede comunale, distanziati come previsto dalla normativa. I bambini più portati per la manipolazione apprenderanno le tecniche di lavorazione e acquisiranno le abilità operative, che potranno essere perfezionate o sviluppate, mostrando così un talento che altrimenti resterebbe nascosto. Dunque un'opportunità formativa, un'occasione di impiego intelligente del tempo libero e un modo di stare insieme rispettando il distanziamento. Il primo turno del laboratorio si è concluso con successo. Analogo riscontro avrà certamente il secondo, decollato a pieni voti.