Ieri in Italia 5 vittime da Coronavirus, in calo rispetto a lunedì, quando i morti erano stati 12. Aumentano i nuovi contagi: 190. Lunedì erano stati 159. Gli attualmente positivi sono 12.482. I guariti sono 200.766, i morti 35.171. Risale il numero dei ricoverati con sintomi: sono 27 in più rispetto a ieri. Negli ospedali ci sono infatti 761 pazienti mentre lunedì erano 734. Per quanto riguarda il Lazio, 17 casi e zero decessi. Per quanto riguarda i contagi, 6 fanno riferimento a situazioni di rientro dalla Puglia, con link familiare tra loro. Tre i casi di importazione: uno dalla Romania, uno dal Perù, uno dal Bangladesh.

Intanto, l'assessore regionale Alessio D'Amato dice: «La vaccinazione antinfluenzale è strategica per la ripresa in sicurezza. Per la Regione Lazio e l'Unità di Crisi Covid-19 la prossima campagna antinfluenzale è assolutamente strategica per la sanità. Il Cts ha ribadito l'importanza della vaccinazione influenzale nell'attuale contesto epidemico per l'effetto confondente che l'influenza stagionale può avere nella diagnostica differenziale con Covid-19 e sottolinea l'assoluta importanza della vaccinazione agli operatori sanitari».
Aggiunge: «Ecco perché è stata fatta quest'anno l'ordinanza sull'obbligo vaccinale (ai sensi della 833/78). Il Lazio ha già preso, attraverso gara pubblica, 2,4 milioni di dosi per una massiccia campagna. Quest'anno è fondamentale, se vogliamo evitare sovrapposizioni con il Covid, estendere la vaccinazione. Rispetteremo ogni valutazione nell'assoluta convinzione della priorità della tutela della salute pubblica».