A distanza di pochi giorni un altro lutto ha sconvolto il borgo di Boville Ernica. Ieri poco prima dell'ora di pranzo è morto un altro costruttore edile, Roberto Fabrizi, 66 anni. Molto probabilmente un malore non gli ha lasciato scampo. Era in un terreno di famiglia vicino a due villette in costruzione, ma i cui lavori sono attualmente fermi, quando si è sentito male e si è accasciato a terra. Sul posto il personale medico con un'ambulanza per prestare le prime cure all'uomo, padre di un ex amministratore comunale.

È stata allertata anche un'eliambulanza ma, purtroppo, si è rialzata in volo senza il sessantaseienne. Il suo cuore aveva cessato di battere. La salma è a disposizione dell'autorità giudiziaria. Disposto l'esame autoptico per accertare le cause del decesso. Dolore e sconcerto dei familiari e amici e dei tanti che conoscevano e stimavano il bovillense. Roberto lascia la moglie e due figli. Mercoledì scorso un altro lutto aveva sconvolto la cittadina per la morte di un altro costruttore edile, Franco Fabrizi, 71 anni, travolto da un trattore mentre stava facendo dei lavori su un terreno di famiglia a Colle Piscioso tra l'altro zona poco distante dal luogo dove ieri è deceduto Roberto Fabrizi. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri come da prassi in queste circostanze. La notizia si è diffusa in poco tempo.

Diversi i residenti richiamati anche dall'arrivo dei soccorsi e dell'eliambulanza. Dolore e sconcerto per la morte del sessantaseienne molto stimato, da tutti ricordato come una persona perbene, cordiale, disponibile, dedito al lavoro e alla famiglia. Si attende ora il nulla osta della salma per portare l'ultimo saluto al bovillense.