Alberi e rami hanno reso difficilissima e a tratti impossibile la viabilità sulla strada a Montecassino. Ma anche nelle arterie principali della città e in periferia le scene sono simili. Criticità per gli automobilisti, molti hanno preferito aspettare o trovare rifugio, proprio durante la bomba d'acqua, in aree di sosta o sotto le pensiline dei distributori di benzina. Intere zone sono rimaste senza corrente, altre sono ancora al buio. I vigili del fuoco sono al lavoro su tutto il territorio, dando priorità alle situazioni più critiche. E qualcuno ha già avviato la conta dei danni.

Una bomba d'acqua si è abbattuta sul Cassinate. Questa mattina il territorio si è svegliato sotto il sole cocente, le elevate temperature hanno confermato un inizio di agosto incandescente. Poi all'improvviso, circa un'ora fa, il cielo si è fatto scuro ed è sceso il finimondo, pioggia, vento, grandine. Parecchi automobilisti hanno preferito fermarsi a bordo strada per la quasi totale mancanza di visibilità, l'acqua ha inondato cantine e garage, molti cortili si sono allagati. Piante e arredamento da giardino sono stati trascinati lontani e alcuni carrellati dei rifiuti si sono capovolti. Lampi e tuoni continui in un cielo dal colore giallo hanno cambiato volto al territorio. L'ondata di maltempo ha travolto Cassino, il Cassinate e la Valle dei Santi già molto provata dalle piogge devastanti di alcune settimane fa. Diverse le chiamate ai vigili del fuoco per rami e vegetazione che hanno invaso le strade e i vialetti di campagna.

di: La Redazione