Nella tarda serata di ieri, a Piedimonte San Germano, i carabinieri della locale stazione, hanno tratto in arresto, un 44enne di nazionalità marocchina e residente in un comune a sud della provincia (già gravato da vicende penali per reati di violenza e minacce a Pubblico Ufficiale e lesioni), poiché colto nella flagranza dei reati di "violenza sessuale e lesioni personali".

L'uomo, in evidente stato di ebbrezza alcolica, dopo aver adescato e palpeggiato nelle parti intime una connazionale 39enne, al fine di tentare di sedurla ed ottenere un rapporto sessuale, al rifiuto della donna, le ha sferrato un violento pugno al volto, facendola cadere a terra e procurandole lesioni al setto nasale. La donna è stata soccorsa da personale del 118 e, trasportata successivamente all'ospedale di Cassino, è stata giudicata guaribile in  20 giorni. 

A seguito di richiesta di intervento giunta alla Centrale Operativa dell'Arma di Cassino, da parte di alcuni passanti presenti sul luogo dell'evento delittuoso, i militari intervenuti hanno rintracciato immediatamente l'uomo nei pressi di un noto bar del centro e, stante la flagranza, è stato tratto in arresto. Ad espletate formalità di rito, l'uomo è stato associato presso la Casa Circondariale di Isernia, così come disposto dall'Autorità Giudiziaria competente.