Un paese chiamato a raccolta per l'ultimo saluto a Franco Fabrizi, il settantunenne di Boville Ernica che ha perso la vita in un incidente avvenuto mercoledì. Le esequie saranno celebrate alle 10 nella chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo. Per la famiglia, colpita da una tragedia improvvisa, la vicinanza di tutta la comunità, sentitamente legata a Franco e attonita per la sua prematura scomparsa.

Una notizia che nessuno avrebbe voluto mai ricevere, quella che nel pomeriggio di mercoledì ha attraversato le strade di Boville Ernica, dalle contrade al centro.
Una vita spesa tra il lavoro e la famiglia per Franco Fabrizi. Contraddistinto da uno spiccato senso di intraprendenza, era stato tra i primi imprenditori della zona a puntare sull'attività della sua ditta.

Grazie al giro di boa del pensionamento, si stava godendo il meritato riposo dopo anni trascorsi sui cantieri. Allegro e cordiale, era sempre pronto a scambiare una battuta con conoscenti e amici. Uomo di fede, si era prodigato per la nascita di una piccola cona a servizio della zona, a due passi dal luogo del tragico evento. Proprio qui, Franco era solito recarsi specialmente nei fine settimana per recitare il rosario.

Bobby Solo, così era conosciuto ai più vista la sua somiglianza con il cantautore, sarà ricordato per il profondo senso di umanità e per la grande disponibilità.
Il bovillense era alla guida di un trattore su un terreno di famiglia nella zona di Colle Piscioso quando, intorno alle 15 di mercoledì, il mezzo si è improvvisamente ribaltato. Nell'immediato è stato lanciato l'allarme esulpostosono subito arrivati gli operatori di primo soccorso. Per l'uomo, però, non c'era già più nulla da fare. Inutile anche l'intervento dell'eliambulanza che ha guadagnato nuovamente quota senza il settentantunenne.

Un tragedia consumatasi nel giro di pochi minuti, davanti alla quale nulla hanno potuto soccorritori e personale medico. Il paese si è stretto intorno ai familiari con numerosi messaggi di rispettoso cordoglio per la scomparsa diun uomo stimato e ammirato da tutta la comunità, in attesa di rendere a Franco l'ultimo omaggio.