Lite tra egiziani, uno ferito con un coltello da cucina. I fatti a Cassino. Ieri i carabinieri hanno denunciato un 47enne per "lesioni personali", un 31enne ed un 21enne per il reato di "favoreggiamento personale", tutti cittadini egiziani residenti in zona.

I fatti
Il 47enne, gestore di un negozio di frutta e verdura, al culmine di una lite con un connazionale alle sue dipendenze nell'attività commerciale, scaturita per futili motivi collegati all'attività lavorativa, ha ferito quest'ultimo al braccio sinistro con un coltello da cucina. Il malcapitato, per le lesioni subite, è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell'Ospedale di Cassino venendo giudicato guaribile in gg.7 s.c..

Gli altri due, rispettivamente dipendente e cliente della suddetta attività, nel corso delle indagini svolte dagli operanti fornivano dichiarazioni mendaci sui fatti avvenuti nel negozio durante la mattina, favorendo il prevenuto, venendo anch'essi denunciati.

Nell'immediatezza dei fatti, all'interno del negozio è stato rinvenuto il coltello, della lunghezza di cm. 25 circa, verosimilmente utilizzato dall'aggressore, sottoposto a sequestro.