Prova a occuparsi di sociale il sindaco di San Giorgio a Liri, Francesco Lavalle, mentre non accenna a scemare la crisi politica aperta nel paese da un gruppo di consiglieri di maggioranza che non si sono presentati all'ultimo importante consiglio che si è occupato di bilancio e non hanno esitato ad accusare il primo cittadino di avere atteggiamenti autoritari che non ricercano il dialogo e il confronto con cui è nata la lista "Amo San Giorgio".

Così, nel fine settimana, Lavalle ha presieduto la presentazione del libro "Incontro con il diversamente eccezionale" di Angela Massa e Gianni Rocca. «Alcuni di voi avevano già avuto modo di conoscere il libro, ma nella piazza a lei intitolata, abbiamo voluto ricordare ancora una volta Maria Leone, una giovane donna che, nonostante la malattia, è diventata per tutti un inno alla vita. Maria amava la vita e con la sua esistenza è diventata testimone della bellezza della stessa, del valore della stessa, del desiderio di viverla fino in fondo, anche tra mille difficoltà». ha detto nel suo intervento.

«Quando ho notato le copie del suo libro riposte in un armadio, ho pensato che fosse giunto il momento di riportare il libro e il ricordo di Maria tra la gente, per far arrivare ad altri il suo prezioso insegnamento. Ecco, in un momento così delicato per la nostra comunità e per il mondo intero, mentre ancora dobbiamo tenere alta la guardia contro un virus che continua a seminare sofferenza e morte a ogni latitudine, abbiamo scelto di ripartire dai ciò che per noi conta di più: dallo stare insieme in sicurezza, dalla cultura e dal ricordo di Maria Leone, per lasciarci ispirare dal suo coraggio e dalla sua forza. Per quanti lo desiderano, il libro è ancora disponibile presso la biblioteca comunale. Il ricavato della vendita sarà devoluto in beneficenza», ha precisato.