Anche nell'anno della pandemia da Covid-19 ci sarà il pellegrinaggio a Canneto, solo che sarà scaglionato e in auto (fino al limite fissato dalle disposizioni). Questa la soluzione trovata dal vescovo Gerardo Antonazzo che l'ha condivisa con il rettore del santuario mariano, don Antonio Molle. Il 12 luglio scorso c'è stata una riunione tra i capi compagnia e il rettore, incontro in cui don Antonio ha illustrato loro il desiderio del vescovo teso a salvaguardare una millenaria tradizione «che, seppur in auto, risponde al secolare rapporto che i devoti mostrano verso la Madonna Bruna». Aggiungendo: «Nel nostro Dna c'è il culto della Madonna di Canneto e ciò per antichi insegnamenti familiari tramandati nei decenni. Non solo, ma - raccontando un risvolto rosa del pellegrinaggio - sovente tra ragazzi di diverse compagnie sono nate amicizie consacrate in seguito sull'altare della Basilica di Canneto».

Come sarà organizzato il pellegrinaggio in auto? Le compagnie affluiranno a Canneto secondo un preciso calendario a iniziare da mercoledì 12 agosto con: Pizzone, Rocchetta al Volturno, Conca Casale, Pozzilli, Castelnuovo al Volturno, Scapoli, Castel Romano, Cerro al Volturno, Foci, San Vittorino, Villa San Michele, Pagliarone, Villa Scontrone, Villa Vallelonga, Opi, Pescasseroli e Civitella Alfedena. Il 13 agosto sarà la volta di Broccostella, Campoli Appennino, Colli di Monte San Giovanni Campano e Strangolagalli. Il 14: Piedimonte San Germano, Villa Santa Lucia e Terelle. Il 15 agosto: Vallerotonda, Cerreto, Cardito, Valvori, Acquafondata, Casal Cassinese, Viticuso, Belmonte Castello e San Biagio Saracinisco.

Il 16: San Giorgio a Liri, Chiesa Madre di Cassino, San Pasquale (Cassino), Sant'Angelo in Theodice e Cervaro. Il 17 saliranno a Canneto: Pignataro Interamna, Sant'Apollinare e Vallemaio; il 18 agosto Sant'Elia Fiumerapido, Valleluce, Olivella, San Vittore del Lazio e San Pietro Infine; il 19 Castrocielo e Aquino; il 20 agosto: Santopadre, Roccadarce, Arce, Colfelice, Roccasecca, Roccasecca Scalo e Colle San Magno. Nessuna compagnia il 21 agosto. «Spero che l'ultimo tratto da don Bosco al santuario si possa fare a piedi sempre nel rispetto del distanziamento sociale», si augura don Antonio.