Il paese è sotto shock per quanto accaduto l'altro ieri mattina, quando gli uomini della guardia di finanza hanno effettuato perquisizioni nelle abitazioni dell'ex sindaco Sergio Cippitelli, della sua ex segretaria Loredana Iacoboni, titolare di una cooperativa, e dell'attuale vice sindaco Antonio Conte, indagati a vario titolo per corruzione elettorale, peculato, turbata libertà degli incanti e abuso d'ufficio. Accuse che hanno creato un vero e proprio terremoto in paese, dove non si parla d'altro, considerata la notorietà delle persone coinvolte nell'inchiesta avviata dalla procura di Cassino. A rimanere a bocca aperta anche molti sorani: la famiglia Cippitelli possiede infatti importanti attività commerciali in città e tanta gente conosce e lavorano per le aziende del commissario dell'Ater, titolare di negozi di calzature e anche di autosaloni.

Massima prudenza da parte attuale sindaco di Broccostella, Domenico Urbano, eletto lo scorso anno e fedelissimo di Cippitelli: «Dovrebbe essere stata una segnalazione all'autorità giudiziaria che, come atto dovuto, sta svolgendo le indagini per accertare che non siano stati commessi reati - ha detto Urbano - Abbiamo fiducia nell'azione della magistratura e per questo siamo sereni». Il primo cittadino, succeduto proprio a Cippitelli che aveva ricoperto l'incarico per tre mandati consecutivi, lancia un messaggio ai suoi cittadini: «Il sindaco e l'amministrazione sono più che mai determinati e continuano con impegno quotidiano e con serietà a servire il paese».

Per ricostruire l'avvio dell'inchiesta bisogna risalire a un anno fa, all'indomani delle elezioni comunali, quando dai banchi dell'attuale opposizione partì un esposto che evidenziava delle irregolarità. Le forze dell'ordine hanno così messo in moto un'azione investigativa che ha portato ad aprire un fascicolo. L'ex sindaco ha scelto di esser difeso dall'avvocato Sandro Salera di Cassino che si è detto pronto a fornire agli inquirenti ogni chiarimento sulla posizione del suo assistito.
Sergio Cippitelli è un simbolo per Broccostella che l'ha scelto per ben tre volte come sindaco. All'inizio dell'ultima consiliatura, dopo l'elezione di Urbano, Cippitelli è rientrato in assise come consigliere. Poi, con la nomina a commissario dell'Ater provinciale, ha lasciato il consiglio comunale per dedicarsi al suo nuovo impegno. La prossima settimana il caso verrà valutato in Regione, dalla quale dipende la nomina dei commissari Ater. Potrebbero sortirne importanti novità.