L'annuncio è arrivato durante l'assemblea di circolo del PD. Il sindaco Salera è arrivato in ritardo, occupato con l'assessore regionale alla sanità Alessio D'Amato. Quando arriva al parco Baden Powel può però finalmente annunciare che "è scongiurata la chiusura della rianimazione e delle sale operatorie dell'ospedale Santa Scolastica di Cassino per il mese di agosto. Più che un rischio era purtroppo, fino a qualche ora fa una certezza". Quindi il primo cittadino spiega: "È stato un duro lavoro fatto in questi mesi e siamo contenti di questo primo risultato raggiunto grazie ad un lavoro congiunto tra Comune, Asl, Regione Lazio e Ministero della Sanità che salvaguarda non solo una città ma un intero territorio.

È solo un primo passo, perché, come è stato stabilito e comunicato nell'Assemblea dei sindaci di ieri, a settembre ci sarà il concorso per venti anestesisti sulla Asl di Frosinone, anestesisti che arriveranno anche a Cassino. Inoltre, si sta lavorando per ulteriori unità di anestesisti che potranno assicurare oltre alla rianimazione e alla chirurgia di emergenza, già dal mese di agosto anche la chirurgia di elezione. Ma siamo consapevoli che questo di oggi è solo un punto di partenza. L'investimento sulla sanità pubblica, l'investimento sul nostro ospedale - aggiunge Salera - deve essere un investimento concreto e importante a partire da subito; su questo ci batteremo con forza e con la schiena dritta per fare in modo che sia preservato il diritto ad una sanità pubblica di qualità per i nostri cittadini.

L'uscita dal commissariamento dalla Sanità da parte della Regione Lazio, arrivata finalmente in questi giorni, unita al grande risultato degli investimenti europei dopo l'emergenza dovuta al Covid 19 che giungeranno in Italia, ci fanno ben sperare sul futuro. E noi - conclude il sindaco - saremo pronti a cogliere tutte le opportunità e gli investimenti necessari". Di sanità si parlerà comunque nel Consiglio comunale straordinario di lunedì 27 luglio: ci saranno la direttrice facente funzioni della Asl Patrizia Magrini e l'assessore regionale alla sanità D'Amato è in stretto contatto con il primo cittadino.