Momenti di terrore ieri pomeriggio in un'abitazione di Alvito, dove un uomo ha minacciato la sua ex con una pistola davanti ai suoi due figli. Protagonista dell'episodio un 50enne del posto che - stando a quanto ricostruito dai carabinieri in una nota stampa diffusa poco fa - aveva avuto una relazione con la donna, terza moglie del padre defunto. 

Per fortuna i due figli ventenni di quest'ultima sono riusciti a dare l'allarme telefonando al 112, così che rapidamente sul posto sono arrivati i carabinieri della locale stazione che hanno fatto irruzione nell'alloggio, situato in una zona periferica del paese. Davanti a loro una scena allarmante: il 50enne che con la pistola minacciava la donna sotto gli occhi esterrefatti dei due ragazzi. I militari - intervenuti con il comandante di stazione supportato da due graduati - sono subito passati all'azione immobilizzando e disarmando l'uomo che è quindi stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio, porto abusivo d'arma e ricettazione.

Da evidenziare che nella giornata di ieri la donna aveva sporto denuncia sempre contro l'uomo affermando che tra il 20 e il 22 luglio scorsi il 50enne l'avrebbe sequestrata e violentata (fatti ovviamente da verificare con le indagini avviate dai carabinieri). Inoltre, come detto prima, la donna è la terza moglie del defunto padre dell'aggressore. La pistola, poi sequestrata, è risultata essere un revolver, calibro 22, con matricola abrasa, verosimilmente di fabbricazione italiana degli anni 70. I militari intervenuti non hanno riportato lesioni.