Cimitero di Veroli tra incuria e degrado. La denuncia parte dai cittadini che ancora una volta si trovano a fare i conti con uno spettacolo indecoroso in un luogo di raccoglimento e commemorazione. Le criticità maggiori vengono registrate da quanti si recano a portare un ricordo ai propri cari nella zona dove riposano i più piccoli. «Da anni i loculi di questi piccoli angioletti sono danneggiati a ripetizione da evidenti infiltrazioni d'acqua», lamentano i cittadini. Immagini che parlano da sole quelle raccolte proprio in questo settore del cimitero verolano, che evidenziano i chiari danni che le intemperie stanno apportando senza tregua ai loculi.

La situazione cimitero, qualche mese fa, era stata presa in carico dalla consigliera d'opposizione Laura D'Onorio, anche presidente della prima commissione consiliare, e riportata all'attenzione dell'amministrazione. Il suo appello registrava una serie di criticità: dalle coperture fatiscenti alle scale pericolose, passando per i servizi igienici inagibili e i fili elettrici a vista.

Durante il periodo del lock down l'amministrazione si era attivata per apportare alcune migliorie all'interno del perimetro, tra fornitura di nuovi loculi e manutenzione ordinaria, approfittando della chiusura al pubblico per non arrecare disturbo. La situazione lamentata dai parenti non sembra però essere stata risolta: i segni dei danneggiamenti precedenti sono ancora evidenti e il rischio di registrarne di nuovi resta. L'appello di tanti cittadini all'amministrazione è che con cura e attenzione si possa intervenire per risolvere definitivamente un problema che si manifesta da tempo e restituire finalmente decoro.