Tanti eventi in cartellone, con la speranza di risalire la china. Il periodo è tra i peggiori, per colpa del Covid19 l'intero indotto alberghiero nazionale è in crisi e le attività delle associazioni sono ferme al palo. I vari assessorati fanno di tutto per creare movimento, ma bisogna ancora lavorare e tanto. Anche una maggiore sinergia tra gli operatori economici e una maggiore partecipazione della Pro loco potrebbe rappresentare il veicolo trainante degli eventi nonché uno strumento di integrazione anche con tutte le realtà locali.

L'amministrazione comunale sta lavorando in sinergia con le associazioni di categoria al fine di promuovere il turismo green, medicale e del benessere nonché lo sviluppo del centro storico attraverso la realizzazione della Street art. Decisiva sarà certamente la privatizzazione degli asset da cui ci auguriamo concrete azioni di investimento per fare leva sull'incoming di nuovi e più ingenti flussi turistici. Un altro asset importantissimo, che la città da tempo attende, è la realizzazione del Palacongressi, attualmente la struttura si trova nella sua fase finale.

La sua realizzazione e messa in opera porterebbe in città una serie di congressi capaci di rilanciare l'intero comparto. Altre progetti riguardano il settore medico, una serie di importanti appuntamenti attende l'amministrazione comunale per i prossimi mesi, incontri che garantirebbero flussi verso la città. Insomma a piccoli passi i vari comparti cercano di rimettersi in carreggiata, la strada da percorrere è lunga e faticosa, ma come si suol dire la speranza è l'ultima a morire.