Il primo presidente della nuova Camera di commercio di Frosinone e Latina sarà nominato il 7 ottobre.

La convocazione
Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha convocato l'assemblea per l'insediamento del consiglio camerale nella sede della curia vescovile di Latina. Tre i punti all'ordine del giorno: insediamento del consiglio camerale, nomina del presidente della camera di commercio e varie ed eventuali. Nel decreto si dà atto che «la prima seduta e le altre che dovessero comunque precedere quella di nomina del presidente sono presiedute dal componente più anziano di età».

Il 13 luglio con un decreto di trentacinque pagine dalla Regione è stata decisa la nomina dei 33 componenti del consiglio della nuova Camera di Commercio, Industria, Artigianto e Agricoltura di Frosinone-Latina.
Il 7 ottobre il presidente verrà indicato proprio tra i 33 membri scelti dal presidente della Regione.

La composizione
Questa la ripartizione dei seggi, avvenuta per settore, del nuovo organismo. Per l'Agricoltura (3 seggi) sono stati designati Cristina Scappaticci (anche in rappresentanza delle piccole imprese), Marco Marrone e Luigi Niccolini. Per il settore dell'Artigianato (3 seggi) Antonello Testa, Luciano Iannotta, Giovanni Proia. Per l'Industria (6 seggi): Giorgio Klinger, Paolo Marini, Carla Picozza, Angela Iaboni (anche in rappresentanza delle piccole imprese), Silvio Rossignoli, Luigi Piero Sambucini. Sono 7 i seggi del Commercio: Giovanni Acampora, Gabriella Loborgo, Cosimo Peduto (anche in rappresentanza delle piccole imprese), Anna Maria Arciero, Florindo Buffardi, Antonio Morini, Maria Rita D'Amico.

Per il settore Cooperative 1 seggio: Maurizio Manfrin.
Per il Turismo i seggi sono 2: Paolo Galante, Antonio Ianniello. Trasporti e Spedizioni (2 seggi): Luciano Cianfrocca e Marcello Pigliacelli. Per i Servizi alle Imprese (4 seggi): Vincenzo Di Lucia, Roberta D'Annibale, Giovanni Turriziani, Guido D'Amico.
Per Credito e Assicurazioni (1 seggio): Fabrizio Tartaglia. Altri Settori (1 seggio): Salvatore Di Cecca.
Organizzazioni sindacali (1 seggio): Enrico Capuano.
Associazioni Consumatori ed utenti (1 seggio): Laura Ardia. Liberi Professionisti (1 seggio): Efrem Romagnoli.

La svolta per l'unificazione delle due Camere di commercio è arrivata dopo che la Corte Costituzionale ha detto "sì" a lla riforma degli enti. A quel punto l'ulteriore passo in avanti dato dall'indicazione dei 33 consiglieri dell'ente unico di Latina e Frosinone.
La sede legale dell'ente camerale unico è stata individuata a Latina, mentre a Frosinone ci sarà quella secondaria. Prevista anche un'unica azienda speciale.
Il nuovo organismo sarà l'ottavo in Italia per dimensioni.
Logico che per le province di Latina e Frosinone si tratti di una grossa occasione da sfruttare per il rilancio e per sedere con più forza ai tavoli che contano. Da qui la necessità di andare oltre le storiche divisioni e oltre il derby Latina-Frosinone.

La neonata Camera di Commercio potrà contare, infatti, su 125.000 imprese, con un patrimonio netto aggregato di 25 milioni di euro. Ora è partita la corsa alla presidenza. Strategie e apparentamenti serviranno a definire la nuova leadership.