Un'iniziativa importante è in programma nella città di Cassino. Come è noto, si sarebbe dovuta firmare una lettera d'intenti per un progetto che vedrà impegnati, a titolo gratuito detenuti della Casa circondariale, in lavori sul territorio a beneficio della comunità. Le parti, rappresentate dal primo cittadino Enzo Salera e dal  direttore della Casa Circondariale di Cassino, dott. Francesco Cocco, si impegneranno nella implementazione di un progetto che vede coinvolti i detenuti della casa circondariale di Cassino. Era in programma per questa mattina una conferenza con l'incontro, appunto, tra i due ma per sopraggiunti impegni del dott. Cocco, l'appuntamento è rinviato.

Per quanto concerne i detenuti, questi svolgeranno, a titolo gratuito, attività a favore del territorio comunale, in linea con il principio affermato dall'art. 27 della Costituzione sulla funzione rieducativa della pena. In questo modo l'amministrazione, grazie all'intervento della Società Autostrade, intende promuovere e realizzare interventi di politica attiva del lavoro a favore di lavoratori e persone appartenenti a categorie in condizioni di svantaggio e che hanno difficoltà a inserirsi nel mondo del lavoro.

L'intento è quello di avviare una sperimentazione di collaborazione attiva tra le parti della società attente a diffondere buone pratiche di cittadinanza attiva e con la volontà di svolgere attività che favoriscano l'inclusione e che contribuiscano a ripristinare il decoro urbano.