C'è un effetto Covid anche sul reddito di cittadinanza. La conferma viene dai numeri forniti dall'Inps con l'osservatorio statistico su reddito/pensione di cittadinanza, reddito di inclusione e reddito di emergenza. Dati alla mano, secondo l'ultimo report, riferito al periodo aprile 2019-giugno 2020, in provincia di Frosinone i nuclei richiedenti reddito o pensione di cittadinanza che hanno visto accolta la domanda sono 12.484 su un totale di 18.227. Sono 4.466 le domande respinte o cancellate, 1.277 sono le pratiche in lavorazione e 1.239 sono quelle decadute. Per quanto riguarda il reddito di cittadinanza sono 10.074 i nuclei interessati per un totale di 23.463 persone per un importo medio di 556,34 euro, il valore più alto di tutto il Lazio. La media regionale, infatti, si attesta a 538,23 euro compresa tra un minimo di 521,04 di Rieti a un massimo di 537,35 di Roma. In mezzo i 531,22 di Rieti e i 533,96 di Latina.

Le cifre del Frusinate dimostrano, per l'ennesima volta, che la provincia è a pieno titolo una provincia del Sud Italia. Solo altre quattordici province, tutte di Campania, Puglia e Sicilia, la media del reddito di cittadinanza percepito è superiore ai 556 euro di Frosinone. Il top sono i 661,24 euro di Palermo davanti ai 659,17 di Napoli e ai 617,11 di Caserta. La media italiana è 559,18.

Più modesti i numeri della pensione di cittadinanza: nel Frusinate sono 1.171 nuclei e 1.305 persone coinvolte per un importo di 227,25 euro, in questo caso il più basso del Lazio dopo i 261,18 di Roma, i 257,37 di Rieti, i 250,52 di Latina e i 234,19 di Viterbo. I numeri totali sono 24.768 persone per un importo medio di 520,58 euro per la provincia di Frosinone, 28.387 e 496,41 euro per Latina, 13.443 e 491,62 euro per Viterbo, 6.574 e 485,46 per Rieti, mentre Roma ha 164.905 persone e 498,56 euro.

Rispetto allo scorso gennaio si registra, per la Ciociaria, un incremento del 12,2% delle domande di reddito di cittadinanza accolte e una crescita del 9,1% delle persone interessate. In cinque mesi, si passa cioè da 8.975 nuclei a 10.074 e da 21.501 a 23.463 persone coinvolte. Ben più ampia, invece, la differenza negli ultimi dodici mesi. Da giugno 2019, infatti, si registra una crescita del 29,9% delle domande accolte di reddito di cittadinanza, da 7.755 a 10.074, con una crescita delle persone coinvolte del 24,8%, da 18.799 a 23.463. Facendo un confronto con la provincia di Latina la crescita delle persone interessate dal reddito di cittadinanza è simile, 24,8% e 24,5% con Latina che passa da 19.893 a 24.768 persone. Tuttavia, si attesta al 40,1% l'incremento nel Pontino delle domande, salite nell'ultimo anno da 8.062 a 11.297.

Restando sempre allo scorso giugno, i nuclei interessati dal reddito di cittadinanza nel Frusinate erano 7.755 per un totale di 18.799 persone con un importo medio mensile di 528,16 euro. La pensione di cittadinanza riguardava 972 nuclei per 1.094 persone e un importo mensile di 201,51 euro. Per un totale di 8.727 nuclei complessivi, 19.893 persone e un importo medio di 495,13 euro.