Ieri l'operazione "Predator", con la quale è stata smantellata una banda ben organizzata accusata di aver messo a segno numerosi furti (anche di grossa entità) a danno di attività commerciali e aziende con nove misure cautelari a carico di 8 rumeni e un tunisino, oggi un'altra brillante operazione che ha permesso di smantellare un altro gruppo criminale dedito allo spaccio di cocaina.

Dalle prime ore della mattinata, infatti, i carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone stanno dando esecuzione ad una Ordinanza di custodia cautelare emessa dall'Ufficio Gip del Tribunale di Frosinone su richiesta della locale Procura (dottor Vittorio Misiti) ed emessa dal G.I.P. del locale Tribunale (dottor Bracaglia Morante) a carico di 11 persone (4 in carcere, 5 al regime di arresti domiciliari e 2 sottoposti ad obbligo di dimora), tutte ritenute responsabili del reato di "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti".

L'attività di indagine, avviata nel mese di gennaio 2019 mediante l'attuazione di tradizionali servizi di osservazione, controllo e di pedinamento, ha consentito di accertare l'esistenza nel nord della provincia di un autonomo "gruppo" criminale, che, costituito dagli 11 indagati, traeva il proprio profitto esclusivamente dall'attività illecita dello spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina.

Ulteriori dettagli saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà presso la sede del Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone alle ore 11.00 odierne.