Arrestati nel 2014 per rissa dopo alcuni tafferugli in una partita di calcio dilettante, ieri il giudice ha assolto con formula piena Pasqualino Bianchi di 70 anni e il figlio Giovanni Bianchi di 44.

Entrambi sono stati difesi dall'avvocato Gianpiero Vellucci, che ora dinanzi alla sentenza del giudice ha deciso che per i suoi due clienti chiederà i danni per ingiusta detenzione. I due infatti trascorsero dei giorni agli arresti dopo gli incidenti.

Finisce così un incubo per i due familiari. Sei anni fa poco prima dell'estate si disputò a Veroli la finale di coppa tra la formazione del Guarcino e i rivali del Sant'Elia Fiumerapido. Una partita come tante, ma forse per l'alta posta in palio, la tensione iniziò a salire.
E dagli sfottò si passò ad una bella scazzottata.

Infatti durante e dopo la partita scoppiarono dei tafferugli e scattarono degli arresti ad opera dei carabinieri che erano presenti alla partita per garantire l'incolumità dei presenti. Tra i tifosi del Guarcino finirono nei guai con l'accusa di rissa sia il padre che il figlio.

Dopo il dibattimento e grazie all'opera del legale difensore Giampiero Vellucci sono state smontate le accuse verso i due che sono stati così assolti con formula piena. Dopo sei anni per i due Bianchi una bella notizia e la fine di una brutta storia.