Il più grande centro idrico dell'Ato 5 rimesso completamente a nuovo. Strutture, impianti, servizi sono stati sottoposti a manutenzioni straordinarie, rifacimenti e innovazioni. Con gli ultimi interventi, in programma domani, 14 luglio, l'Acea-Ato 5 si prepara a completare l'attività di "revamping" dell'intera centrale Lago di Posta Fibreno, il più importante centro idrico della provincia di Frosinone, che con i suoi 600 litri d'acqua al secondo rifornisce 24 Comuni, dalla Valle di Comino al Capoluogo e oltre. Si tratta di un intervento finalizzato all'efficientamento del servizio idrico, durato quasi un anno, che ha interessato gli otto pozzi di Posta Fibreno, le infrastrutture, l'intera impiantistica.

Sono stati svolti anche particolari interventi per la messa in sicurezza del sito su cui sorge la Centrale idrica, come la protezione con reti metalliche del costone sovrastante l'impianto, che ha richiesto l'impiego di un elicottero e di operai rocciatori per fissare le reti di contenimento. L'opera, prevista nel programma di interventi per un investimento di circa 1,4 milioni di euro, contribuisce alla tutela idrica e al contenimento dei consumi energetici. Un servizio capace di garantire continuità e limitare fermi improvvisi, dovuti alla vetustà di reti e strutture. L'Acea-Ato 5, in vista dei lavori conclusivi di domani, che prevedono l'interruzione dell'energia elettrica per circa un'ora, ha attuato tutte le misure utili a evitare che l'intervento possa pregiudicare la continuità dell'erogazione ai Comuni serviti dall'impianto di Posta Fibreno, attraverso l'entrata in funzione di alcuni gruppi elettrogeni. Tuttavia, è stato emanato in via precauzionale un avviso alle autorità preposte e alla cittadinanza per possibili abbassamenti di pressione o sospensioni del flusso idrico nella stessa giornata, dalle ore 8 alle 23.

I Comuni interessati sono: Arnara, intero territorio comunale tranne zona cimitero; Arpino, zone alimentate dal Rilancio Quaglieri; Boville Ernica, intero territorio comunale; Broccostella, contrada San Martino; Castelliri, intero territorio comunale; Ceccano, contrada Sterparo, via Colle Leo, via Colle Bruni, via Colle Antico, parte di via Marano; Fontechiari, contrada Muto; Frosinone, tutte le zone alimentate dai serbatoi Colle Sant'Anna, Colle Cottorino, Colle Cannuccio, Colle Roffio e centro storico (parte alta); Isola Liri, intero territorio comunale; Monte San Giovanni Campano, intero territorio comunale; Pofi, parte alta; Posta Fibreno, centro storico e contrada Vandra; Ripi: intero territorio comunale; Strangolagalli, intero territorio comunale; Torrice, intero territorio comunale; Veroli, contrade Casamari, Le Stere, Giglio, Castelmassimo, San Giuseppe le Prata.