Tentato omicidio: questa l'accusa formulata dai carabinieri di Anzio ai danni di 2 trentenni che nella serata di ieri hanno investito un 24enne, originario della Guinea, ospite di un centro di accoglienza di Aprilia. 

Il ragazzo extracomunitario era in bici su via Goldoni di Lavinio quando è stato affiancato da un'utilitaria su cui viaggiavano due uomini sotto l'effetto di sostanze alcoliche e stupefacenti. Tra i due e il giovane c'è stato un diverbio, pare anche a sfondo razziale. Poi la vettura ha investito una prima volta il 24enne in bici, e dopo aver fatto un'inversione, lo ha investito nuovamente contromano. L'auto si è poi data alla fuga. La vittima è stata quindi lasciata tramortita sull'asfalto.

Fortunatamente un passante ha allertato i soccorsi e il ragazzo è stato trasportato presso l'ospedale di Anzio incosciente e con profonde ferite al capo e al tranco, tanto da far temere per la sua stessa vita. Esami più approfonditi hanno escluso lesioni interne e quindi il pericolo di vita, ma la prognosi resta riservata. 

I carabinieri, ricostruiti i fatti, hanno individuato conducente e accompagnatore. Il primo, con precedenti per droga, è stato arrestato e condotto in carcere a Velletri. Il secondo, incensurato, è stato denunciato.