Il Giulio Cesare di Aquinum torna dalla Danimarca.
Questa mattina la testa marmorea dell'imperatore romano rinvenuta nel 2018 nella colonia romana di Aquinum è stata accolta nel comune di Castrocielo dal sindaco Filippo Materiale, dalla Soprintendenza dei beni culturali e dall'università del Salento. Lo scorso 16 settembre era partita alla volta del museo Ny Carlsberg Glyptotek di Copenaghen, dove la testa è stata sottoposta ad analisi e successivamente esposta dal 10 ottobre fino alle idi di marzo 2020 (all'interno di una mostra dedicata proprio alle recenti scoperte di Aquinum).

La testa marmorea dell'imperatore era stata la scoperta più rilevante della decima campagna di scavi quando dalla terra "spuntarono" tre teste di marmo di età romana in prossimità del Teatro. Una straordinaria scoperta archeologica che ha portato Aquinum alla ribalta nazionale: infatti sono rari i ritrovamenti di statue del conquistatore della Gallia. Ora finalmente torna a casa e potrà di nuovo essere visitata all'interno del sito archeologico castrocielese.