Il professor Paolo Gennaro, originario di Veroli, direttore dell'unità di chirurgia maxillo-facciale senese, ha operato Alex Zanardi, ricoverato all'ospedale di Siena dal 19 giugno in seguito all'incidente in handbike.
Si tratta del terzo intervento subìto dall'ex pilota automobilistico.

Intervento durato circa cinque ore ed eseguito dai professionisti del maxillo-facciale e della neurochirurgia, volto alla ricostruzione cranio-facciale e alla stabilizzazione delle zone interessate dal trauma riportato.

«Le fratture erano complesse» spiega il professor Paolo Gennaro, direttore della Uoc chirurgia maxillo-facciale dell'aou Senese, aggiungendo come «questo abbia richiesto un'accurata programmazione che si è avvalsa di tecnologie computerizzate, digitali e tridimensionali, fatte a misura del paziente. La complessità del caso era piuttosto singolare, anche se conclude il professor Gennaro si tratta di una tipologia di frattura che nel nostro centro affrontiamo in maniera routinaria».

Dopo l'intervento Zanardi è stato nuovamente ricoverato nel reparto di terapia intensiva dove resta sedato e ventilato meccanicamente: le sue condizioni rimangono stabili dal punto di vista cardio-respiratorio e metabolico.

Il professore Gennaro è chirurgo maxillo-facciale, docente di chirurgia maxillo-facciale alla facoltà di medicina e odontoiatria dell'università di Siena.
Già ricercatore universitario per l'utilizzo delle tecniche microchirurgiche e supermicro chirurgiche e docente all'università Sapienza di Roma. È autore di pubblicazioni scientifiche, autore di capitoli di libri editi a stampa nazionale. È stato relatore a congressi scientifici negli Stati Uniti, Canada, Giappone, Francia Italia.

Pioniere della supermicrochirurgia, ha introdotto in Italia la supermicrochirurgia per il trattamento mininvasivo del linfedema, ha descritto in anteprima assoluta la ricostruzione del nervo alveolare mandibolare mediante tecnica supermicrochirurgica.